Feugiat nulla facilisis at vero eros et curt accumsan et iusto odio dignissim qui blandit praesent luptatum zzril.
+ (123) 1800-453-1546
info@example.com

Related Posts

Informazioni e appuntamenti
Domanda via Whatsapp
Title Image

Fast Track

Home  /  Fast Track e Riabilitazione  /  Fast Track

Percorso di recupero rapido

Il percorso di recupero rapido “Fast-Track”, adottato negli interventi di protesi d’anca e di ginocchio, mira a perfezionare tutti gli aspetti che fanno da contorno all’intervento chirurgico, permettendo al paziente di camminare autonomamente il giorno stesso dell’intervento e di provare pochissimo, o in alcuni casi, nessun dolore.

Per poter attuare il protocollo “Fast-Track” il paziente partecipa a delle lezioni pre-operatorie, tenute 2 volte al mese presso la nostra struttura, durante le quali viene spiegato in cosa consiste l’intervento e cosa aspettarsi da esso, viene insegnato come diventare indipendenti negli spostamenti già nelle prime ore dopo l’intervento e quali esercizi fare in autonomia per velocizzare il recupero.

Il protocollo “Fast-Track”, rispetto al protocollo “tradizionale”, permette di recuperare la propria autonomia più velocemente dopo interventi di protesi d’anca e di ginocchio, garantendo al tempo stesso un ottimo controllo del dolore.

Cosa fa di diverso il fast-track
rispetto all’approccio tradizionale

Il Fast-Track si basa su un approccio “a tutto tondo” attorno al paziente. Non ci si focalizza più solo sulla chirurgia, ma si presta attenzione a tanti piccoli dettagli che vengono perfezionati al massimo possibile: dall’anestesia, alla fisioterapia, al sanguinamento, alla terapia del dolore.

Controllo
del dolore

Non far provare dolore è l’obiettivo principale del Fast-Track. Senza questo presupposto anche gli altri obiettivi del protocollo diventano difficili da raggiungere.
Per poter controllare bene il dolore si adottano due strategie:
durante l’intervento si eseguono infiltrazioni di anestestico in alcune zone specifiche del ginocchio
durante la degenza in reparto viene utilizzata la crioterapia (una particolare macchina del ghiaccio che comprime l’articolazione e mantiene una temperatura costante sotto i 5°) e viene somministrata una specifica combinazione di farmaci. La scelta dei farmaci non è casuale bensì frutto di studi scientifici internazionali, e prevede l’utilizzo di antinfiammatori riducendo al minimo l’uso degli oppiacei.

Ritorno immediato
alle attività di vita
quotidiana

Viene insegnato al paziente come spostarsi in autonomia dal letto alla poltrona, come mettersi in piedi, lavarsi, vestirsi, e come camminare e fare le scale. E tutto questo viene insegnato già 3-4 ore dopo l’intervento, non appena si recupera la completa sensibilità e forza dell’arto operato.
Dimostrare al paziente che può eseguire tutte queste attività senza dolore e senza difficoltà già i primi giorni dopo l’intervento, è un fattore rassicurante e spronante per fare bene anche a casa.

Nessun
sanguinamento

Con l’evoluzione dei farmaci il tasso di trasfusioni nelle protesi si è ridotto considerevolmente, fino ad abbattersi del tutto negli ultimi 3-4 anni.
Ciò è stato possibile grazie soprattutto a tre innovazioni:
– miglioramento della tecnica chirurgica che è diventata meno invasiva
– utilizzo di farmaci che riducono il sanguinamento, nello specifico l’acido tranexamico, sia durante che dopo l’intervento
– utilizzo della crioterapia (la macchina del ghiaccio) che induce la vasocostrizione, ovvero la chiusura dei piccoli vasi che si sono aperti durante l’intervento

Preparare il paziente
nei minimi dettagli

Il mese precedente l’intervento il paziente deve eseguire la visita prericovero. L’anestesista e il cardiologo valutano il paziente cercando eventuali patologie che potrebbero condizionare la buona riuscita dell’intervento o la sicurezza del paziente stesso. Talvolta capita di non sapere di soffrire di una severa anemia, oppure di avere una lieve insufficienza renale o un’aritmia cardiaca. Alcune di queste patologie, se scoperte in anticipo, possono essere corrette in tempo riducendo le possibili complicanze e permettendo di fare l’intervento in tutta sicurezza.

Istruire il paziente che diventa attore protagonista e non passivo del proprio recupero

Oltre la visita prericovero, il mese precedente l’intervento, il paziente è invitato a consultare le video-lezioni oppure partecipare a due lezioni pre-operatorie frontali: una medica e una fisioterapica. La lezione medica viene tenuta da uno degli ortopedici del gruppo, mentre quella fisioterapica viene tenuta da uno dei fisioterapisti che seguirà il paziente nei giorni di ricovero dopo l’intervento.

Le lezioni svolgono un compito cruciale, ovvero rendere il paziente consapevole dell’intervento, delle sue possibili complicanze e di come prevenirle e del recupero che viene dopo di esso.

Il paziente così non subisce passivamente l’intervento ma diventa parte attiva di tutto il processo di guarigione migliorando di conseguenza i risultati.

Desideri contattarmi o prenotare una visita?

Puoi contattarmi tramite form o whatsapp per farmi una domanda, ti restituirò un primo riscontro in riservatezza suggerendoti eventualmente un percorso diagnostico o terapeutico.
Puoi anche contattare direttamente la mia segreteria per prenotare una visita specialistica presso le Cliniche a Firenze, Prato o Piacenza.

Vuoi prenotare una visita?

Il riscontro online non sostituisce la prima visita specialistica.
Se desideri prenotare subito una visita chiama il numero unico

Segreteria Dott. D’Amato
351 5559664

o invia la tua richiesta indicando la sede preferita.

 

Per favore, descrivi il tuo problema

    ]

    I tuoi dati saranno utilizzati solo per rispondere alla tua richiesta. Ho letto l'informativa per la privacy e acconsento al trattamento dei dati personali
    Privacy Policy

    Anche con WhatsApp se preferisci

    Invia la tua domanda all’account Whatsapp di Anca e Ginocchio per una prima risposta e valutare eventualmente una visita specialistica

    055 9867912

    Visito presso queste cliniche

    Villa Ulivella

    Firenze

    Via del Pergolino 4 – Firenze FI
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640

    Overphysio

    Prato

    Via Geminiano Inghirami 19 – Prato
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640

    Centro di Fisiot. e Riab. del Mugello

    Borgo San Lorenzo

    Via Fratelli Kennedy 8, Borgo San Lorenzo
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640

    Diagnosi in Tempo

    Sesto Fiorentino

    Via Petrosa 19 – Sesto Fiorentino
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640

    Health Medical

    Piacenza

    Via Emilia Pavese 120 – Piacenza
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640

    Ambulatorio Bouturlin

    Barberino di Mugello

    Via di Castello, 1/A
    Segreteria Dott. d’Amato:
    +39 351 55596640